L'importanza del relax per ritrovare l'equilibrio psicofisico

L’estate è arrivata: tempo di vacanze con la famiglia o con gli amici, un’occasione ideale per rallentare i ritmi frenetici della quotidianità.

Lo psicologo Pierpaolo Matozzo ci regala uno spunto per vivere al meglio questa bellissima stagione.

Riposo e relax sono componenti essenziali nella vita dell’essere umano; essi si alleano per contrapporsi al nemico che ci ha accompagnato nelle stagioni ormai passate: lo stress, una risposta psicofisica a compiti anche molto diversi tra loro, di natura emotiva, cognitiva o sociale, che la persona percepisce come eccessivi.

Nella nostra vita quotidiana sono numerose le fonti di stress, ma gran parte di esso deriva dall’attività lavorativa. 

I ritmi sempre più sostenuti e le richieste pressanti delle aziende, oltre alla crescente tendenza a identificarsi con il proprio lavoro, determinano spesso un grande investimento di risorse e dispendio di energie.

Un’ attivazione eccessiva per intensità e prolungata nel tempo può compromettere il nostro benessere.

Non è un caso, il crescente aumento di alcuni disturbi legati all’ansia, al panico, a oscillazioni dell’umore, o a somatizzazioni sino ad arrivare all’ ormai nota “sindrome del burn-out”, una vera e propria forma di esaurimento derivante dalla natura di alcune mansioni professionali.

Lo stress, quindi, agisce sul piano fisico, sugli apparati, in particolare quello cardio-circolatorio, sul piano psichico/emotivo, si registrano ripercussioni sul comportamento dell’individuo, inducendolo a comportamenti aggressivi o a isolamento o nei casi estremi a dipendenze e sul piano sociale compromettendo le relazioni.

Tuttavia, è importante  imparare a riconoscere lo stress così come apprendere alcune strategie che ci permettano di fare un passo indietro e non essere travolti da ciò che accade ed è proprio qui che entra in gioco l'importanza del relax per ritrovare l'equilibrio psicofisico.

Sentire l’esigenza di staccare un po’ la famosa spina, è qualcosa di molto importante per la salute fisica e psicologica dell’individuo. Per far fronte a tutti questi effetti che si manifestano sull’organismo, il primo passo da fare è una variazione del proprio stile di vita e le vacanze possono rivelarsi un’occasione per avviare degli accorgimenti, senza che diventi un’ossessione.

Partendo dall’interno di se se stessi è fondamentale iniziare a diventare dei protagonisti e autori della propria vita e non vittime degli eventi, mentre all’esterno di sé ci puo’ dedicare a un’alimentazione più sana, per poi passare ad un’introduzione di un’attività fisica leggera, sino ad arrivare al riposo e relax.

In particolare l’attività fisica favorisce la produzione di endorfine, ossia dei neurotrasmettitori in grado di provocare una piacevole sensazione di euforia o di sonnolenza; che a loro volta favoriscono una sensazione di riposo e relax.

Le vacanze devono essere qualcosa che vanno controcorrente alla vita di tutti giorni, dove accanto a un mangiare bene, allo sport si abbia cura delle proprie passioni, emerga la propria creatività, si dia piu’ spazio alle relazioni interpersonali, ai propri hobbies, a momenti di riflessione su se stessi e al ritrovamento del piacere e del divertimento e di godere di questi nelle piccole azioni quotidiane che accompagneranno le giornate estive.

Ridurre lo stress è dunque la chiave per migliorare la performance fisica, emotiva e psichica e il momento migliore è la pausa estiva, ma ciò che rende veramente efficace questo, è semplicemente l’amore verso se stessi e per il proprio benessere. Solo in questo modo il corpo e la mente si potranno fondere alla ricerca di riposo e relax.

Buona estate

Condividi su
-

Richiesta informazioni

Compila e invia il formulario per richiedere maggiori informazioni

Invia